Come funzionano i prestiti senza garanzie?

I cosidetti finanziamenti senza busta paga sono dei prestiti che permettono di ottenere un credito anche senza disporre di garanzie reddituali che generalmente vengono richieste dalle banche.

Questi finanziamenti sono molto richiesti: basti pensare alle casalinghe, ai disoccupati, a chi lavora a tempo determinato… insomma i casi sono davvero molteplici. Un capitalo a parte meritano i giovani. Un classico esempio di prestito senza  garanzie reddituali è quello che può essere erogato da una banca ad un giovane studente. A questo proposito segniliamo questa interessante risorsa dedicata ai finanziamenti per l’istruzione in cui vengono trattate proprio queste tematiche: isisquarto.it
.
In genere questi prodotti vengono concessi dalle finanziarie e in casi particolari dalle banche stesse che però si riservano di chiedere delle garanzie alternative alla classica busta paga. Una delle soluzioni più semplici, infatti, è quella di presentare un garante che possa tutelare la banca o la finanziaria dal nostro eventuale mancato pagamento.

Un’altra soluzione è quella di fornire garanzie immobiliari: un’appartamento, un garange o qualsiasi altro immobile può consetire di ottenere un finanziamento anche senza poter dimostrare un reddito.

Questi prodotti sono molto interessanti specialmente in un periodo come questo dove trovare un lavoro è davvero difficile e spesso si finisce per doversi accontentare di lavorari temporanei che in cluni casi non vengono nemmeno presi in considerazione dagli istituti di credito.

Tra le finanziarie più attive su questi prestiti senza busta paga spicca Findomestic, uno dei leader dei finanziamenti in Italia che propone prestiti con tassi di interesse a partire dal 9% e la possibilità di finanziare qualsiasi prodotto si abbia la necessità di acquistare.

In alternativa si può optare per i prestiti online concessi direttamente su internet dai principali operatori del settore.

Come funzionano i prestiti senza garanzie?ultima modifica: 2014-08-22T16:44:33+00:00da gingiseo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento